0 Prodotti nel carrello
  • Nessun prodotto nel carrello.

Catalogo

Alberto Savinio e la filosofia

€12.00

Materiali per una vita filosofica

 

Uno dei più originali protagonisti del Novecento, Alberto Savinio, è qui esplorato per la prima volta da una prospettiva di pratica filosofica, cioè con l’intento di mettere in luce un intero sistema di coordinate, un intero cosmo di valori e di prospettive, di possibilità e di errori. Si tratta allora di raccontare la realtà allargata, di far emergere il senso dell’arte dal cuore stesso dell’esistenza, di assumere lo sguardo del fanciullo, con il suo telescopio-microscopio, e di fare esperienza di quella superficialità che è leggerezza, al di là dei modelli, degli Déi, di ogni Verità Unica.Leggi tutto


Ciò che emerge è il sentimento giocoso e l’ironia con le quali l’artista assiste alla tragedia dell’infanzia, alla morte del borghese. E, ancora, Savinio ci fa osservare la vita nella realtà estesa, nel commercio quotidiano con la rete dei possibili, e con la morte che sporca ogni cosa. Ne esce una profonda e originale testimonianza del Novecento e delle sue incertezze, e il profilo di una esistenza vissuta filosoficamente, cioè con consapevolezza e con l’inesausto desiderio di capire, di interrogare, di mettere in questione. Ne esce, soprattutto, la traccia di un mondo nuovo, e quindi una serie di luoghi di riflessione irrinunciabili per noi tutti. Qui e ora.

Primo capitolo del libro

COD: ISBN: 9788895145921 Categorie: ,

Discipline


Collane



Descrizione prodotto

Alberto Savinio e la filosofia. Materiali per una vita filosofica

 

A Nietzsche dobbiamo l’annuncio di una nuova condizione di libertà dell’uomo contemporaneo, ma Nietzsche stesso mostra talvolta, secondo Savinio, di provare nostalgia per i modelli perduti, e il suo Zarathustra è lì a dimostrarlo. All’arte dobbiamo la matura consapevolezza del tremendo che si annuncia; Baudelaire, Manet, gli impressionisti, Debussy aprono il corteo; a Proust e Joyce dobbiamo due esempi perfetti di orizzontalità letteraria, perché l’orizzontale è la condizione geometrica dell’uomo che non riconosce più la verticalità dei modelli. All’avanguardia invece dobbiamo l’esperienza demiurgica dell’artista che, libero dal vincolo dell’ispirazione divina e dalla legge del Bello, tenta la via della creazione: Raymond Roussel, Schönberg, Alban Berg, Kafka… Ma anche l’artista demiurgo ha avuto paura di sé e della propria libertà. Savinio si sente allora di fronte a una duplice strada, quella di un innaturale e immorale ritorno all’ordine, che cerchi di far rivivere i cadaveri dei vecchi modelli, e d’altra parte la via della disperazione esistenziale, che vive la fine d’ogni principio come un dramma interiore paralizzante.

Ma per Savinio c’è un’altra possibilità, quella di “accettare con mente libera la nostra condizione solitaria in mezzo a un universo che non ci parla né tanto meno promette nulla”, quella di “riconoscere nelle nostre illusioni l’immagine dei nostri propri desiderii”, quella di “mettere nella nostra vita, liberi da ogni suggerimento o impostazione superiori, quelle facoltà di criterio, di regola, di giustizia, di dovere, di fantasia, di poesia, di creatività mentale, di amore di cui noi soli siamo gli autori e noi soli i padroni”.

Riabbassando lo sguardo, la scrittura di Savinio si riavvicina alla pesante densità della cose, e in essa resta presa. La trappola in cui essa risulta coinvolta è l’infinita disponibilità del possibile che si offre nel dominio orizzontale della realtà estesa, ove realtà e sogno, interno ed esterno, non sono più separati ma convivono determinando un campo comune di forze entro le quali la scrittura è attirata come da una serie di magneti casualmente disposti dietro ogni angolo. A ogni svolta, infatti, la scrittura incontra il nuovo, il lato nascosto dell’oggetto, oppure un orlo della cosa, seguendo il quale la cosa stessa muta dimensione, muta colore, si trasforma nel tempo e nello spazio.

Ma c’è un limite nell’esperienza di Savinio, che proviene dalla sua impostazione radicalmente individualistica. Perché la pretesa che egli esprime di seguire le tracce del nuovo, dell’inatteso, dell’imprevisto, dell’apertura che l’orizzontalità del mondo consente, si scontra infine con una vischiosità pericolosa, quella che deriva dall’impossibilità del rapporto con l’altro. L’uomo-isola si trova perduto in un oceano di solitudine, una condizione solitaria entro cui i soli rapporti umani appaiono mediati dalla storia, e si fanno, in quanto scrittura, biografia, racconto del morto, non mai contatto, non mai relazione. L’uomo-isola vive tragicamente la sua condizione solitaria d’isolamento, scontandola nell’atto della morte, che gli si presenta come lo scacco supremo, l’impudicizia estrema che annienta la sua pretesa d’auto-dominio.

Il racconto contraddittorio e paradossale di questa realtà è quanto attende il lettore. Ma raccontare è importante, per capire bisogna saper leggere, bisogna che qualcuno racconti. Se accettiamo anche noi per un momento il gioco della filologia che piace tanto a Savinio, possiamo osservare che “parola” viene da parabola, che parlare per noi è sempre parabolare, e forse in questo destino di raccontar storie in cui ne va della nostra esistenza si racchiude il senso tanto della letteratura quanto della filosofia.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Add Review

Add Review

Be the first to review “Alberto Savinio e la filosofia”

ALTRI FORMATI E CAPITOLI...

Libri a catalogo
Alberto Savinio e la filosofia
€18.00
ebook Formato PDF
Alberto Savinio e la filosofia
€12.00
ebook Per Kindle (.mobi)
Alberto Savinio e la filosofia
€12.00
Libri ad hoc capitoli PDF
Capitoli del libro Alberto Savinio e la filosofia
  • Libri a catalogo
    Alberto Savinio e la filosofia
    €18.00
  • ebook Formato PDF
    Alberto Savinio e la filosofia
    €12.00
  • ebook Per Kindle (.mobi)
    Alberto Savinio e la filosofia
    €12.00
  • Libri ad hoc capitoli PDF
    Capitoli del libro Alberto Savinio e la filosofia

SULLE STESSE TEMATICHE...

ebook Formato PDF
Storie dell’Eden
€10.00
ebook Per Kindle (.mobi)
Mi sentivo svenire
€10.00
ebook Formato PDF
Singolarità e formularità
€10.00
ebook Per iPad (.epub)
Lezioni di Psicologia Generale per le professioni sanitarie
€12.00