0 Prodotti nel carrello
  • Nessun prodotto nel carrello.

Ecoeditoria

Ipocpress editore scienze umane Ecoeditoria

 

Coniamo il termine Ecoeditoria per sottolineare il nostro impegno per l’ambiente a tutto tondo. In cosa consiste questo nostro impegno? Cosa ci differenzia dagli altri editori?

Ipocpress editore scienze umane Ecoeditoria significa che tutti i nostri libri sono stampati avvalendoci della stampa digitale. Lo sapevate che si stima che, per stampare un libro in bianco e nero con copertina a colori in maniera tradizionale, si emettono in atmosfera 1.80 kilogrammi di anidride carbonica? Questa scelta ha inoltre un grande impatto sull’ambiente perché significa eliminare dalla filiera produttiva lastre fotografiche e agenti chimici. Ma non basta: la stampa digitale consente infatti di stampare solamente i libri che vengono richiesti dai lettori, con la conseguenza per nulla secondaria da un punto di vista di salvaguardia dell’ambiente di evitare la restituzione dell’invenduto – nessun consumo di carburante – e di ridurre a zero i libri destinati al macero – spreco di carta, nessun consumo energetico per il recupero della stessa. E cosa dire dell’energia impiegata per stampare libri che poi sono destinati al macero? Questa noi la chiamiamo Ecoeditoria, questa per noi è responsabilità sociale.

Ecoeditoria anche perché tutti i nostri libri sono stampati su carta esente da acidi certificata dal Forest Stewardship Council™ FSC® Mix Credit FSC® C084699 (UK) e/o Sustainable Forestry Initiative® SFI® (USA), a seconda che siano venduti in Europa oppure negli Stati Uniti. Questo impegno garantisce la sostenibilità della catena produttiva, ovvero del suo impatto irrilevante sull’ambiente. Ognuno dei nostri libri riporta all’interno tale dicitura, assumendocene la responsabilità.

La nostra scelta di ecoeditoria si è completata di recente intervenendo sulle fonti energetiche dei nostri uffici. Da agosto 2015, infatti, utilizziamo esclusivamente energia rinnovabile certificata a impatto zero, certificata da Lifegate, sia per quanto riguarda l’energia elettrica che quella termica. Ebbene sì: spendiamo un po’ di più rispetto ai fornitori abituali, ma rendiamo un servizio a noi stessi e a tutti gli abitanti del nostro globo.